casa delle narrazioni

B O L O G N A

 

 

Narrare (con la voce, la scrittura, la musica, il cinema, la fotografia, il fumetto, l'arte, i media digitali) è una delle più importanti capacità umane. Consente di rendere più efficace il racconto di sé, della propria storia, la descrizione di una esperienza, di creare l'identità di una comunità, descrivere un progetto, perorare una causa, spiegare una nuova teoria scientifica, trasformare l'immaginazione in realtà.

 

Bottega Finzioni, fondazione di partecipazione di interesse pubblico, di cui è socio fondatore anche il Comune di Bologna, chiama a raccolta le istituzioni della città, le fondazioni private, le associazioni, le imprese dell’industria culturale e i singoli cittadini per sostenere la creazione della Casa delle Narrazioni.

 

Il progetto è di farne un luogo “bello e accogliente”, in città, in centro, che promuova eventi, prodotti e progetti culturali nella sua sede e nei luoghi delle istituzioni che parteciperanno alla sua fondazione.

Nel suo progetto iniziale, la Casa promuoverà eventi e progetti culturali nella sua sede e nei luoghi delle istituzioni che parteciperanno alla sua fondazione. Vi si potranno fare presentazioni, incontri, attività didattiche. Vi si creeranno dialoghi, ricerche, indagini. Vi si riuniranno gruppi di confronto, tematici o finalizzati a nuovi progetti narrativi, magari anche una residenza per narratori che vengono da fuori città. Sarebbe bello che fosse soprattutto una casa di relazioni e di incontro, con un luogo di ristoro e altri spazi comuni.

 

In Italia una Casa come questa non c’è. Ed è una Casa che Bologna si merita, perché nella sua dimensione metropolitana policentrica è di fatto il terzo polo produttivo di cultura in Italia. Ed è anche un laboratorio, sociale, politico e culturale, perché ha sede la più antica Università del mondo, perché qui è nato il DAMS, perché c’è la nostra Cineteca, il MAMbo, perché ci sono le ricche Biblioteche pubbliche, le scuole, le associazioni di cultura, molti editori, teatri, cinema, radio, tv, e un’attività in rete densa e vivace. Ci sono scrittori, registi, attori, artisti, produttori e operatori di film e programmi tv, cantanti, musicisti compositori, fotografi, fumettisti, sviluppatori di videogiochi, raccontatori di realtà e fantasie, per professione e per passione.

 

La Casa delle Narrazioni deve nascere a Bologna.

 

Per questo, su iniziativa di Fondazione Bottega Finzioni e su invito del Comune di Bologna, si sta istituendo in questi mesi un comitato all’interno del quale avviare la discussione e la progettazione di una possibile Casa delle narrazioni.


Al momento hanno aderito alla nostra proposta numerose realtà del panorama culturale bolognese, sono solo le prime che abbiamo contattato:
Settore Biblioteche Comunali / Patto per la Lettura,

Cineteca di Bologna,

MAMbo,
Conservatorio di Musica Giovanni Battista Martini,
DAMS,
Accademia Drosselmeier,

Zanichelli,

Librerie COOP,

(altre istituzioni in attesa di conferma),

oltre a singoli autori, narratori, registi, sceneggiatori, musicisti, illustratori, operatori dei media, scienziati etc.

 

Sembra un sogno, certo, ma come diceva John Lennon, se un sogno lo sognano in molti può diventare una realtà.

 

Cerchiamo adesioni per realizzarla, definirne la gestione, il programma e come renderla economicamente sostenibile, aspetto fondamentale perché duri a lungo.

 

Per aderire e ricevere informazioni:

info@casadellenarrazioni.it

051 4684297

Bologna  +39 051 4684297 www.bottegafinzioni.it